Cercasi Einaudi e Morricone per la colonna sonora della mia vita

large2

Non c’è niente di meglio di un buon vecchio The day after tomorrow per tirarsi su. Anzi, a dirla tutta, sarebbe stato meglio Moulin Rouge o un sanissimo horror ma le mie amiche sono scettiche, motivo per cui ci siamo lanciate nella visione di questa perla. Dopo aver ordinato la pizza (consegnata da un pizzaiolo terribilmente avvenente) ci siamo spaparanzate sul divano ad ascoltare un susseguirsi di colonne sonore drammatiche ed effetti speciali da pelle d’oca. Per chi di voi l’avesse visto è a conoscenza del fatto che, in effetti, i due fondamentali del film sono proprio quei due: musica ed effetti…e il faccino addormentato di Jake Gyllenhaal ma questo discorso lo affronteremo in seguito.

Credo che la vita dovrebbe essere accompagnata da una colonna sonora. Sì, io ne sento la particolare esigenza. Immaginate una di quelle musiche drammatiche mentre entrate a scuola, oppure un sound pompato e ritmico perfetto per le camminate con tanto di occhiali da sole, musiche western e ricche di pathos per i momenti epici in stile Tarantino (senza sangue, se è possibile). Forse a lungo andare ci si sentirebbe un po’ idioti. Ma, parola mia, ogni momento, ogni emozione sarebbe amplificata e io credo che, nella nostra testa, in quei momenti di tristezza sconcertante o di euforia pazzesca ci sia una melodia che incarna il nostro stato d’animo. Un esempio? Io amo Einaudi per la sua capacità di sprigionare sentimenti contrastanti e pulsanti. Non so se il termine “pulsanti” può rendere l’idea. E’ come se, chiudendo ogni possibilità di interazione col resto e aprendo solo le orecchie e l’anima alla sua musica, si potesse diventare qualcosa di più, e allo stesso tempo qualcosa di serenamente semplice, qualcosa di essenziale. La sua musica è come se mi facesse questo, mi rende essenziale. Divento un sospiro, una sensazione che vaga e si insinua tra le note del pianoforte in un qualche posto che non è né qua né là ed è bello perché non può essere trovato ma esiste. Sì, forse questo rende più l’idea rispetto alla parola “pulsanti”, ma valeva la pena di provare a sintetizzare. Tutto ciò per dire che, a volte, con una perfetta colonna sonora le cose sembrano più colorate, più saporite, i momenti più intensi.

 
A questo proposito mi viene in mente il tipo con cui sono uscita verso la fine della scuola. Tre intensi giorni di pomiciate…okay, diciamo che “pomiciare” non è la definizione corretta ma ci sono un sacco di modi per chiamare quello che abbiamo fatto (in ogni parte d’Italia ha un nome diverso) come ad esempio tirarsi un limone,  limonare,  slinguarsi,  andarci e/o farsi (questi sono due di quelli che odio di più) e infine il mio preferito: baciarsi alla francese. Mi sono sempre chiesta se fossero stati effettivamente i Francesi ad inventare questo tipo di bacio o se fosse stato più per una sorta di licenza poetica oppure semplicemente era un modo per dire che  i Francesi con i baci ci andavano giù pesanti. Non lo sapremo mai.

Chiusa parentesi. Stavo dicendo (ed ora avete capito il perché ho preferito usare la parola pomiciare o, come direbbe John Green pastrugnare, anzi sì! Ho trovato! Userò questa!), quindi, sono state tre belle giornate di pastrugnamenti, ciò non toglie che nel momento in cui il mio primo bacio ha avuto come colonna sonora una raffica di canzoni house (era un dj, me lo sarei dovuta aspettare) ho come percepito un senso di, di…come definirlo? Disappunto? Stizza? Rassegnazione? Perplessità? Quello che è. Il ragazzo era anche un jazzista, sono venuta a sapere. Dannazione. Le cose sarebbero potute andare in modo diverso.

 

Camilla

4 pensieri su “Cercasi Einaudi e Morricone per la colonna sonora della mia vita

    • camillaboggs ha detto:

      Tralasciando che mi è piaciuta moltissimo la tua recensione e ti faccio i complimenti io, sinceramente, e senza essere una vera e propria esperta posso affermare che la colonna sonora di Noi siamo infinito è proprio bella bella! David Bowie! E gli Smiths con Asleep, nono…uno spettacolo di soundtrack! Fatta proprio bene!

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...