Ralph’s french kiss

image

Il bacio tra Mace e Lenny in Strange Days è, senza ombra di dubbio, il bacio più bello di tutta la storia della cinematografia e ve lo dice una vera scettica riguardo ai baci nei film.
Sempre molto attesi, ma anche nei più grandi capolavori del cinema il bacio rimane una costante e fredda delusione. Non trasmette emozioni, chi guarda non riesce a percepire quello che una lingua in bocca dovrebbe suscitare, non so se mi spiego…
Insomma, vi commovete per Jack e Rose, di disperate per Satine e Christian ma nel momento del bacio è come se foste semplici spettatori, come se la cosa non vi riguardasse e, credetemi, quando guardate un film, quello che succede vi riguarda sempre. SEMPRE.
James Cameron gira Strange Days incentrato sulla tecnologia del playback che permette agli uomini di rivivere, non solo vedere ma anche sentire e quindi rivivere, la vita di qualcun altro. E, Dio sa come ha fatto, guardare quel film è esattamente come mettersi uno di quegli apparecchi in testa e vivere la vita di Lenny Nero, magari da amico, da amante, da spalla, ma ogni momento eccitante, delirante, di estasi, di dolore io l’ho percepito quasi come fosse mio.
Anche le colonne sonore di Tarantino fanno questo effetto, desidereresti essere lì solo per poter, che so, far parte dello Squadrone di O-Ren Ishii o camminare con una sigaretta tra le dita in mezzo a Le iene, oppure oppure bere uno scotch in un bar pieno di gentr dalla “moralità turbolenta” con George Clooney.
Io tra pochi giorni ricomincerò la scuola e avrei tanto bisogno di una soundtrack perfetta per il primo giorno, qualcosa di incisivo come Are you ready for me? (Cani sciolti) oppure una bella cover dei Treblemakers come Right Round sarebbe gradita…possibilmente con Skylar Astin a tenermi per mano e Ralph Fiennes a palparmi la chiappa sinistra ma, hey, non si può avere tutto quindi vediamo di rimanere coi piedi per terra.
Se la monotonia non fosse così straziante per me, potrei sopportare un normalissimo inizio anno scolastico, ma non sono in grado di accettare una realtà senza fuochi d’artificio. Motivo per cui i film saranno la mia condanna perché ogni bacio dovrà essere come quello di Ralph alla fine di Strange Days; ogni momento glorioso come una battaglia in un film di Tarantino; ogni successo dovrà farmi spuntare un sorriso come quello di Hilary Swank e ogni frammento di bellezza dovrà essere visto con gli stessi occhi di François Cluzet quando guarda il mare e vorrebbe esserne parte.
Ricado nell’enormità delle mie aspettative.
Cazzo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...