Delirio esistenziale

Sì, lo so. Per carità, non dite niente. Non sono mai stata brava a tenere un blog. Oggi mi hanno appena offerto un lavoro, non è comico? Non riesco a mantenere l’impegno di scrivere dei pidocchiosi articoli su una pagina internet che nessuno segue e ho la pretesa di poter rispettare le scadenze e le responsabilità di un autentico lavoro?! In effetti no, non ho questa pretesa, so già da ora che sarà un fiasco, ma lo sarà ancora di più se nemmeno ci provo quindi, fanculo, mi licenzieranno in una settimana ma chissene frega! Almeno potrò avere qualche campioncino gratis di profumo e un paio di mutande di pizzo da mettermi in testa!

Tuttavia.

838075-bigthumbnail

L’avete mai visto La parte degli angeli? Dovete vederlo, è un film che dà speranza al mondo. Sapete che cos’è la parte degli angeli? Quando il whisky appena fatto viene lasciato invecchiare nelle botti c’è una parte che, inevitabilmente, va persa, evapora. Quella viene detta la “parte degli angeli”. Robbie ha un passato molto turbolento che sicuramente non gli fa onore, droga, alcol, aggressioni. La profonda cicatrice che attraversa il suo volto bambinesco ne è la prova inconfutabile. Ma un figlio è in arrivo, la sua ragazza ne è innamorata e non c’è più posto per il vecchio Robbie, la sua vita deve cambiare. La visita ad una distilleria di whisky insieme a degli amici gli cambierà la vita. Non mi dilungo oltre perché tutti conoscete la mia repulsione per le trame. Non so essere sintetica neanche volendo.

Pensavo solo che ognuno, a modo suo, deve avere una parte degli angeli. Non so ancora bene se la si può considerare una zavorra dalla quale ci si libera, che diventa improvvisamente leggera e ci abbandona lasciandoci carta bianca; o se è quell’anfratto remoto della nostra anima che ci può sollevare verso qualcosa di distante, remoto, niente a che fare con Dio, o con la logica, o forse con entrambi. E’ solo una parte che ci viene tolta perché anche quando ci siamo conosciuti del tutto ci accorgiamo che manca un pezzo e siamo costretti ad andarlo a cercare. Non so se mi spiego. Sono convinta che sia impossibile conoscersi completamente, mentre si può riuscire ad  essere in pace con se stessi. Non in pace con la gente, con se stessi. Come si può anche solo ambire ad un’esistenza priva di destinazione, un’esistenza così colma di significato da esistere nel presente, talmente al di sopra di qualsiasi necessità fisica o psicologica. E come si fa a raggiungere il livello dell’universo? Come si fa a sentire il silenzio del cosmo, lontano lontano? A sentire il proprio battito nell’aria, nel fuoco che brucia in un buio pesto lontano lontano? Come si fa ad avere la mente sia qui che altrove, ad avere una mente così estesa da svanire nell’istante in cui non pensa ma lascia che i pensieri del mondo la attraversino.

In Interstellar (Matthew McConaughey, Anne Hataway, Jessica Chastain) si vede come l’eccesso di logica comporti l’opposto. Quando le leggi della fisica sono tali da smentirsi e il tempo diventa esprimibile con lo spazio e lo spazio una dimensione di tempo. Lucy, apre la mente su una probabilità che mai avevo considerato prima. E se ogni legge, ogni numero, ogni limite che ci siamo imposti, che abbiamo trovato fosse solo un modo per adattare a noi l’imprevedibilità della natura? No, è impossibile.

E’ più tendente alla filosofia che alla fisica questo discorso ma, per molti versi, esse sono collegate. Perché penso che la nostra conoscenza arriverà ad un punto in cui si annullerà, cadrà su se stessa, un buco nero di certezze, talmente compatto, talmente denso da spedirci in una vita in cui ogni cosa sarà al contrario, o non avrà un verso.

wpid-universe-wallpaper

O forse il problema è che…dovrei smetterla di pensare, e di bere il Lambrusco la sera.

 

Camilla

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...