Disturbo dissociativo dell’identità

Credete sia un caso che eventi traumatici della mia esistenza abbiano coinciso con il giorno in cui ho guardato per la prima volta I soliti sospetti? Io credo di no. Keyser Soze ha voluto punirmi perché ho scoperto la sua identità e mi ha punito facendomi capire quanto sono idiota, quanto sono debole, quanto la mia volontà sia tragicamente sottomessa ad un’immagine poco definita che dovrei dare di me. Mi rimane il senso dell’umorismo quindi riderò.

Hahahahahahahaahahahahahahahahahahhahaha

Kevin Spacey sta diventando la mia unica fonte di comprensione ed analisi razionale della mia vita, e non credo sia un ottimo segno in considerazione del fatto che, nel più dei film, è un maniaco. Da zoccola a killer seriale, potrei farci un libro.  Io credo che sia Kevin il responsabile di questi miei turbamenti, credo che sia stato lui attraverso The Life of David Gale I soliti sospetti, ad innestarmi questa sottospecie di seme cattivo.  La verità è che ci sono infelici vie di mezzo, ed io vivo per dar prova della loro esistenza. Qual è la via di mezzo tra una ragazza disinibita, libertina ed una che ci tiene al rispetto ed alla sua intimità e non lascia che nessuno oltrepassi certi confini? Viene fuori una sorta di essere umano di dubbie attitudini che non è neanche lontanamente disinibito ma non è in grado di dire di no, di conseguenza se la fa, grosso modo, con chiunque. Non è fantastico?? L’ apoteosi del crollo dell’autostima! Della mancanza di rispetto verso se stessi!

La verità è che ci sono tante facce che si cerca di avere, e pian piano ci si accorge che la propria non corrisponde a nessuna, ma forse è piuttosto la somma, il mescolarsi di personalità differenti. Che non si è in una maniera sola, e non si può semplificare un essere umano a stereotipo o etichetta, nemmeno se stessi, per quanto si cerchi di incastrarsi in un’idea. Voglio essere disinibita. Sono in imbarazzo quando si tratta di mostrare le mie debolezze e goffaggini. Voglio essere più seria. Mi esplodono gli ormoni, vaffanculo la serietà. Voglio essere affascinante. Sono ridicola. Voglio essere divertente. Con le persone che non conosco sono a disagio. Voglio essere piccola. Sono grande. Voglio essere grande. Mi sento debole. Si è in tanti modi, e si cambia con la rapidità confusionale con cui cambiano gli umori. Si è emozioni, le emozioni sono irrazionali, fugaci, impetuose, quasi intuitive. Bisogna cambiarle e ricambiarle, provarle e riprovarle, prima di diventare sentimenti.

Per ora, mi accorgo solo di starmi allontanando dal sentire.

 

Camilla

 

PS: ed è così che nascono le sindromi da personalità multipla

PS2: tra l’altro Benicio del Toro è sexy da giovane da vecchio, con tutte le dita, senza due dita, barba, mica barba, è figo sempre. Punto.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...