Le barbe orgasmiche colmano i deficit sentimentali

Quanto sono prevedibile.
Sono nauseata dalla mia scontatezza.
Non ho il diritto di commentare nessun capolavoro cinematografico se mi permetto di andare in brodo di giuggiole per una cosa come Un marito di troppo. La colpa non è del film, sono io che sono ridicola. Perché il film è ben fatto, la sceneggiatura non è una vaccata, Uma Thurman ha una parte scontatella ma non sgradevole, Colin Firth un po’ insolito, Jeffrey Dean Morgan non fatemelo commentare che mi sto ancora riprendendo. La colpa, dicevo, è della mia insoddisfazione amorosa, del mio deficit sentimentale. Sono impossibilitata al perseguimento dell’obiettività. Sono accerchiata da uomini con larghe spalle, sorrisi orgasmici e virili barbe prosperose che minano da ogni parte la mia buona volontà.

Che già è poca…perché se fosse tanta al posto di sbavare su Dean Morgan e di scrivere questo patetico articolo avrei fatto i compiti di inglese…che invece non ho fatto…e dovrò fare domattina…all’alba.
Dio mio…

 

Camilla

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...