New problem…ah no aspetta…è sempre lo stesso

tumblr_mhppa3u3EH1qg18zoo1_500-470x263

Passo le lezioni a fissare ebete la professoressa facendomi filmini erotici sul tipo che viene ad aggiustare le macchinette. Questo mi dà la dimensione della mia crescente voragine di astinenza da pisello.

Mi verrebbe automatico pensare che il modo migliore sarebbe di trovare un affascinante fringuello con cui soddisfare i miei desideri sessuali, ma ripensandoci, nonostante trovo che sia una soluzione particolarmente allettante, credo che si tratti di un chiaro indice di insicurezza. Trovo comico che ogni mio banale problema trovi la sua causa in questo.

Però ho riflettuto su queste due alternative: o non mi concentro su nessuno in particolare e soddisfo biecamente il mio bisogno senza aspettarmi niente né creare aspettative (che è la mia specialità); ma lo ammetto, vorrei trovare una persona che mi piaccia così tanto da farmi passare la paura, da farmi venire voglia di rischiare senza pensarci neanche due volte. Ma ovviamente gli elementi affinché ciò avvenga sono 1) di trovare qualcuno che mi piaccia davvero e che non sia minorenne, o con un piede nella fossa e 2) di impegnarmi per farmi conoscere, per manifestare desideri, fastidi, tristezze, irrequietezze, delusioni.

Capisco Jess e il perché non volesse andare in baita da sola con Sam, perché, come disse Nick, ha paura che lui la veda per com’è davvero. E’ veramente questa la realtà corrente della mia vita? Ridotta ad un banalissima scena da telefilm. Sicuramente iniettarsi in vena cinquanta puntate di New Girl non ha aiutato.  Non c’è niente di peggio di una serie tv realistica che crea alte aspettative. I cinque personaggi principali: Jess, Nick, Schmidt, Winston e Cece sono insoliti, del tutto insoliti nell’atteggiamento ma autentici nelle loro emozioni. E vedere delle emozioni così vere, così pure, così belle, vedere persone che si amano sinceramente come magari invece non riescono a definire il loro rapporto per paura, insicurezze, stabilità, paure. Mi immedesimo troppo e poi la mia idea di amore diventa Nick Miller che mi tira per un braccio e mi bacia senza che gli dica niente. Diventa Schmidt che capisce cosa provo guardandomi negli occhi.

Le mie aspettative hanno raggiunto livelli esponenziali che non aspiro neanche a raggiungere. So che ora sono vulnerabile, e mi getterei tra le braccia del primo che mostrasse anche solo di volermi per un infinitesima parte. E ciò è male.

 

Camilla

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...