Ricotta, pecore e cazzolaggine sentimentale

image

Oggi ho pranzato da mia nonna.
E niente, sono le undici e credo di star per vomitare.
La torta alla ricotta è stata una pessima idea.
Anzi, è stata una pessima idea mangiarne una fetta equivalente ad un quarto di torta.
Sento le capre che hanno dato il latte per la ricotta belare nel mio stomaco.
Non ho più il fisico di una volta.
Non ho più la forza d’animo di un tempo.
Anche se, ripensandoci non l’ho mai avuta.
Sono sempre stata una rammollita del cazzo.
Questo è confortante.
Beh insomma fatto sta che domani è un mese.
Vorrei non essere così sentimentale da farci caso, ma in realtà ci ho già fatto caso.
Passo il tempo a pensare…”uau, domani è un mese”.
E se ci fosse tipo Professor X sarebbe imbarazzante perché capirebbe che sono una sentimentale…e anche una rammollita del cazzo.
Non sono due cose che vanno assieme eh.
Solo io me le sono coccate tutte e due.
Uau.

Camilla

PS: i pranzi della nonna fanno uno strano effetto

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...