Dal diario di una “sottona”

Risultati immagini per dreams

Non vorrei iniziare dicendo che “sono una di quelle ragazze”, perché io non sono una di quelle ragazze, sono un caso a parte. Però forse la tragica verità è questa, forse sono una di quelle che sta sotto, una di quelle che è sul gradino più basso, di quelle che si innamorano troppo, delle eccessive entusiaste, di quelle che hanno gli occhi così a cuoricino che la rabbia le sfiora più come tristezza che come vera e propria ira. Forse, in effetti sono una di quelle. Perché non riesco ad arrabbiarmi sinceramente, mi basta vederlo in faccia per riuscire a dimenticare il motivo per cui ero arrabbiata, e con tutta me stessa penso a tutto quello che avrei voluto dire. Ma lo dimentico, improvvisamente l’unico pensiero che conta è che posso rivedere quel sorriso lì che porco cazzo è proprio bellissimo. E la rabbia che c’era prima diventa tristezza, si scioglie in malinconia, in preoccupazione. Perché vorrei poter avere la certezza che quel sorriso sia mio, che siano mie quelle spalle, quella voce, quelle parole, quella camminata, quel taglio di capelli, vorrei poter credere che è mio, che forse ho la fortuna di essere sua. E invece magari non è così. E io sono solo una ridicola sognatrice.

 

Camilla

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...