disegni accartocciati

E pian piano i sogni si disfano. Si accartocciano, si induriscono e tu cominci a sbattere contro gli spigoli. E uno e due e tre. Ad un certo punto hai così tante botte che ti viene come il sospetto che quel sogno non faccia più per te. Ed è così che va. Uno può convivere coi difetti, può imparare ad apprezzarli, persino ad amarli credo ma la forza che ci spinge ad essere felici è più forte. È forse un primordiale istinto di conservazione che ti fa capire che non c’è più tempo da spendere lí ed è ora di cominciare con un’altra storia. È così che va. All’inizio sembra che possa andare avanti all’infinito quella passione così vorace che non si sazia di nessun momento. E poi i momenti si allungano, i colori si diluiscono, a volte tengono le sfumature che ti piacciono, altre volte no. Resti con un ricordo, pulsante. Come quando dopo aver guardato una luce forte chiudi gli occhi, e vedi ancora i colori. Quei colori, proprio quei colori. Erano così belli.

Camilla

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...