Cose che toccano


Vorrei affondare i miei pensieri nell’incavo del tuo collo e sparire.

Vorrei sentire il calore della tua pelle così forte da bruciare questo panico.

Vorrei più musica e meno eco nel silenzio. Meno coscienza rimbombante pesante assillante.

Esponenziale crescita di un rumore che mi affossa e mi vuole affossare 

E mi sta affossando.

Vorrei chiudere gli occhi e sentire il tuo profumo, e sapere che un appiglio c’è e sono le tue braccia e le onde possono anche strapparmi via.

Ma io ti avrò con me lo stesso.

Mi basta una carezza, una piccola, lenta.

Duna che cambia col vento sotto un cielo così rovente che il celeste si scioglie sulla sabbia.

Onde e sabbia.

Cose che cambiano

Cose che bloccano 

Onde e sabbia e carezze

Cose che toccano,

In modo diverso.

Camilla

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...