Lezioni di nuoto

Ci sono dei giorni che vorrei morire. Che vorrei che il mondo oltre a cadermi addosso mi frantumasse e sbriciolasse così potrei diventare solo polvere inutile. Ma lo so che c’è qualcuno che mi vuole bene, e so che soffrirebbe, si chiederebbe perché, si chiederebbe se poteva fare qualcosa per evitarlo, o se non era abbastanza importante per me da farmi andare via.

Allora vorrei non esistere. E non avere responsabilità. Essere aria, leggera, e farmi cullare dal vento. Dormire tra le fronde e non svegliarmi mai.

Vorrei questo. Vorrei smetterla di sentire ogni secondo che non ho via d’uscita, e che è solo tutto qualcosa da cui scappare, solo perché è una sfida che non so se vincerò. Che non sono abituata a competere. Che nel mio profondo narcisismo provo solo sofferenza verso lo schifo di cui mi inonda la mia testa. E sento la solitudine aggrapparmisi ai capelli perché ci sono persone che hanno altro a cui pensare, che non meritano un simile casino. Ci sono persone che non hanno voglia di ascoltare perché sono come me d’altra parte e quindi come biasimarle.

Ed ora mi sento qui che affogo e un po’ vorrei affogare, un po’ spero di essere tirata su. Tutto ma non nuotare. Questo no. È per questo che merito di andare a fondo. Io con i miei pensieri.
Camilla

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...