Unconscious’ twisters

Ci sono volte in cui il tuo corpo viene pervaso da una strana angoscia. Un panico ingiustificato che ti fa sentire come se stessi soffocando in te stessa, nella tua carne, nella tua anima. Come se sulla tua mente incombesse un temporale terribile, imprevisto e che con ferocia inaudita scagliasse le sue saette tra i tuoi pensieri, confondendoli, spaventandoli, gettando solo terrore. Come se ci fosse qualcosa da temere. Ma in realtà non c’è. È solo tempesta, nuvole dense e cupe che si incastrano tra le ossa del cranio per poi andarsene via esattamente come sono venute.

Non capisci com’è successo. Non capisci l’origine del blackout. La tua ragione si risveglia stordita. Tu le chiedi di risolvere, di comprendere, di spiegarti, ma lei non c’era, in quell’istante non c’era, non sa cos’è avvenuto. Sei rimasta sola. Catturata in un turbine impetuoso ed indomabile di emozioni dalle origini antiche quanto infantili.

Ed a te è mancata l’aria.

È mancata la vita.

Per un attimo.
Camilla

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...